Come funziona un allarme perimetrale

Il perimetro esterno è protetto da sensori esterni specializzati in grado di distinguere tra persone e animali o altre fonti di disturbo e segnalare eventuali violazioni della proprietà privata esterna alla stazione centrale prima che il ladro possa rompere le finestre ed entrare.

Se un ladro rompe una finestra o una porta, l’allarme perimetrale interno “suona” e quando il ladro ha superato tutte le barriere rimanenti ed è entrato in casa, suona. Il vantaggio significativo degli allarmi perimetrali esterni è che impediscono il verificarsi di furti all’esterno dell’abitazione.

Allarme per un perimetro wireless

Possiamo installare facilmente protezioni esterne wireless o cablate grazie all’avanzamento e al potenziamento della tecnologia Wi-Fi e alla diminuzione del consumo energetico dei sensori. Possiamo affermare che non ci sono differenze significative tra allarmi esterni cablati e wireless perché i migliori sensori da esterno sono dotati di sorveglianza bidirezionale. Come regola generale, sceglieremo i sensori da esterno cablati rispetto a quelli wireless quando è possibile perché sono leggermente meno costosi e richiedono meno manutenzione perché non è necessaria una batteria.

Sceglieremo volentieri un rilevatore perimetrale wireless se non è possibile far passare un cavo di collegamento tra la centrale antifurto e il sensore esterno o se la situazione, come spesso accade, non è ottimale.

Dovresti sapere tutto sugli allarmi perimetrali.

Le intrusioni indesiderate possono essere prevenute con il dispositivo meno intrusivo possibile, che è un allarme perimetrale esterno.